Universiadi Napoli 2019: presentate le prossime Olimpiadi degli studenti

universiadi napoli 2019

Presentate le Universiadi di Napoli 2019: l’Italia e la Campania saranno il teatro delle Olimpiadi studentesche se si disputeranno tra meno di due anni. È la quinta volta che questa manifestazione si disputa in Italia e vi manca da ben 60 anni: l’ultima edizione tricolore, infatti, risale al lontano 1959, quando le Universiadi si tennero a Torino. Dopo la rinuncia della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020, dunque, l’Italia avrà modo di dare un’importante immagine di sé nel corso di un evento che sta assumendo un valore sempre più importante con il passare delle edizioni. E chissà che proprio le Universiadi non siano il trampolino di lancio per la futura candidatura dell’Italia (si parla di Milano), per un’altra delle prossime edizioni dei Giochi Olimpici.

Alla presentazione delle Universiadi di Napoli 2019, erano presenti diverse figure di spicco della politica e dello sport italiano: dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, al presidente del Coni, Giovanni Malagò, passando per il ministro per lo Sport, Luca Lotti, i presidenti dell’Aru, Raimondo Pasquino, del Cusi, Lorenzo Lentini, della Fisu (International University Sport Federation) Oleg Matytsin, e della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui) Gaetano Manfredi. L’evento si svolgerà dal 3 al 14 luglio a Napoli e altre città della Campania, ossia Avellino, Caserta, Salerno, Benevento, Nocera, Aversa, Pozzuoli ed Eboli.

universiadi napoli 2019 malagò

Particolarmente soddisfatto il numero uno del Coni, Malagò: “Oggi è una giornata importante, da oggi ci mettiamo la faccia. Da oggi dovremo remare insieme per far fare bella figura a Napoli, alla Campania, all’Italia e al mondo sportivo”, ha aggiunto, sottolineando anche la necessità di restaurare al più presto gli impianti sportivi. Nel board che organizzerà le Universiadi ci sono anche il segretario generale del Coni, Roberto Fabbricini e l’ex campione del mondo di calcio, Marco Tardelli. Il progetto prevede 80 impianti e spazi sportivi, un villaggio degli atleti galleggiante su due o tre navi da crociera attraccate nel porto di Napoli, 270 milioni di euro di finanziamenti, di cui 100 saranno erogati dal Governo e 170 dalla Regione.

Saranno in tutto 18 le discipline olimpiche nelle quali si cimenteranno i giovani atleti, provenienti da 170 nazioni diverse. “Abbiamo un anno di tempo per realizzare le opere. Dovremo chiedere alle imprese di lavorare anche di notte. Ci aspettiamo una ricaduta sull’economia 10 volte superiore all’investimento”, le parole del governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

“L’Italia ha una grande tradizione in campo sportivo e universitario e sappiamo che qui i grandi eventi sportivi sono stati organizzati nel modo migliore. La nostra prima sfida è il tempo, possiamo lavorare bene insieme. Sono sicuro che l’Universiade di Napoli sarà unica nel suo genere”, ha aggiunto Anche Oleg Matytsin, numero uno della Fisu.

  • 87 Posts
  • 0Commenti
Giornalista e istruttore tecnico di scuola calcio, scrivo e studio sport praticamente 24 ore al giorno guidato da un irrefrenabile ottimismo nei confronti delle nuove generazioni.
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *