Trasferte sportive: come risparmiare per viaggi e soggiorni

Trasferte sportive in treno o aereo

Sport è spesso sinonimo di viaggio. Chi ama lo sport viaggia spesso sia da tifoso o spettatore, sia da praticante. Per seguire i nostri beniamini oppure per prendere parte a gare ed eventi siamo sempre in movimento, ma di certo non possiamo spostarci correndo o in bicicletta! Insomma, il viaggio non è un allenamento e per questo richiede una spesa. Più siamo appassionati di sport, più viaggiamo e, di conseguenza, più spendiamo! Come fare allora per risparmiare e per trovare sempre l’offerta più conveniente per i nostri spostamenti?

Per fortuna viviamo nell’era di Internet e il web ci offre tantissime possibilità di risparmio e anche una vastissima scelta. A seconda del luogo in cui ci troviamo e del tipo di trasferta può convenire un mezzo piuttosto che un altro. Per esempio spostarsi in autobus di solito è più conveniente, bene anche il car pooling, ma come fare se il viaggio è troppo lungo oppure se abbiamo con noi l’attrezzatura sportiva?

In linea di massima, per i viaggi lunghi, aereo e treno restano i mezzi più veloci e talvolta sono anche più convenienti. L’importante è muoversi in tempo, ossia con quanto più anticipo si prenota il viaggio, tanto più si risparmia. Ma è anche vero che occorre conoscere i siti giusti che ci aiutano a scovare l’offerta migliore.

Trasferte sportive: spostarsi in treno in modo conveniente

Spostarsi in treno per trasferta di sport

Ci sono siti come Virail.it che ci permettono di mettere a confronto varie offerte. Per esempio, cerchiamo un treno Catania-Milano? Nessun problema, in base alla data di partenza, ci troverà tutte le soluzioni migliori e noi possiamo scegliere con un click l’opzione più adatta alle nostre esigenze e anche al nostro budget. Il sito, infatti, indica tutte le possibilità di prezzo, la durata del viaggio, gli orari delle partenze e i giorni in cui è meglio partire, ma non solo, perché fa anche un paragone con gli altri mezzi, ossia autobus, auto e aereo.

Quando si deve scegliere con quale mezzo spostarsi per le nostre trasferte sportive bisogna tenere conto di diversi aspetti. In particolare, se ci si sposta per assistere a un evento sportivo dobbiamo considerare:
– durata del viaggio;
– quanto tempo c’è tra l’arrivo nella città in cui si svolge l’evento e l’inizio dell’evento stesso;
– come e in quanto tempo ci si sposta dall’albergo (o comunque dal luogo in cui si alloggia) al luogo dell’evento (palazzetto, stadio ecc.).

In base a queste considerazioni si deve organizzare il viaggio, ma tenendo sempre bene a mente che possono esserci degli imprevisti. Per esempio, in caso di eventi molto importanti, a volte le città hanno il traffico in tilt, quindi occorre muoversi con largo anticipo, inoltre alcuni tipi di evento richiedono dei controlli all’ingresso e dunque altre perdite di tempo. Da non trascurare il fatto che non si può arrivare ad assistere a un evento già stanchi!

Quando, invece, ci si sposta da sportivi praticanti per svolgere una gara, è sempre bene arrivare almeno un giorno prima, se c’è un cambio di fuso orario anche più giorni prima, in modo da essersi già adattati al nuovo orario il giorno della gara. Inoltre, quando si sceglie il mezzo con cui spostarsi bisogna considerare le spese per l’attrezzatura. Se l’attrezzatura è ingombrante (per esempio surf, sci, bicicletta ecc.), se ci si muove in aereo ci sarà un considerevole aumento del prezzo.

Se non c’è nessuno che possa ospitarci nel luogo di destinazione, ovviamente bisognerà trovare un alloggio e anche in questo caso Internet verrà in nostro soccorso, lo stesso Virail.it, da un’anteprima di quanto si trova su altri siti ad hoc per quanto riguarda l’offerta di alloggi. In generale, se si viaggia in più persone, prendere un appartamento in affitto è sicuramente più conveniente di un hotel, ma occorre considerare che di solito per gli appartamenti di solito c’è un minimo di giorni da prenotare, difficilmente ci si può fermare per un solo giorno, quindi occorre considerare questa variante a seconda della lunghezza del soggiorno, altrimenti, paradossalmente, si rischia di spendere più del dovuto anche scegliendo la soluzione più economica.

Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *