Il Politecnico di Torino in bici a oltre 120 km/h con Taurus in Nevada

Per il terzo anno consecutivo il Team del Politecnico di Torino Policumbent ha partecipato alla World Human Powered Speed Challenge, che con quella del 2017 è giunta alla sua diciottesima edizione. La manifestazione è andata in scena a Battle Mountain, in Nevada, sulla Route R305 dall’11 al 16 settembre. Sul rettilineo in pieno deserto si sono sfidate le tecnologie create dai partecipanti provenienti da tutto il mondo.

Si tratta, infatti, di una sfida non solo sportiva, ma anche ingegneristica e i rappresentanti del Politecnico sono riusciti quest’anno a ottenere il secondo posto sia nella categoria del team universitari sia in quella assoluta maschile.

Il team guidato dal capo progetto e ciclista Andrea Gallo e dal responsabile tecnico Paolo Baldissera, ha presentato un prototipo di bicicletta reclinata chiamata Taurus, frutto di un lungo lavoro di progettazione e di un minuzioso studio dei dettagli. Ebbene Taurus ha toccato la velocità di 122,32 km/h con meno di un cavallo di potenza complessiva e senza alcun motore.

Taurus al World Human Powered Speed Challenge

Le soluzioni innovative presentate dal team del Politecnico di Torino sono state molto apprezzate dai competitori, in particolare la carena in composito a bassissima resistenza aerodinamica e una trasmissione innovativa a cassetta pignoni traslante brevettata da alcuni membri del gruppo di ricercatori italiani.

Andrea Gallo ha guidato Taurus raggiungendo la velocità di 105 km/h nelle qualificazioni, quando sarebbero bastati 95 km/h, poi ha migliorato la sua prestazione raggiungendo i 122,32 km/h e confermandosi tra gli uomini più veloci al mondo in questo tipo di competizione. Purtroppo il maltempo ha un po’ condizionato la gara, ma ora il team si propone di stabilire un nuovo record europeo e magari anche mondiale. Prima, però, oltre a delle condizioni meteo più favorevoli, occorre affinare e testare ancora Taurus, che ha già migliorato i risultati del veicolo precedente PulsaR, che nel 2016 aveva migliorato a sua volta le prestazioni del 10% rispetto al primo anno (il 2015).

Taurus sarà esposta dal 22 al 24 settembre allo Spin Cycling Festival di Roma e il 29 settembre il pubblico potrà ammirarla in occasione della Notte dei Ricercatori a Torino.

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

  • 204 Posts
  • 0Commenti
Giornalista professionista appassionata di sport fin da bambina. Scrivo per diverse testate nel web e sono fondatrice di Milady Magazine e Sport Folks. Ciclismo, volley e animali sono le mie più grandi passioni.
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *