Parigi-Nizza 2018: primo trionfo di Marc Soler. La classifica finale

La Parigi-Nizza 2018 si è svolta dal 4 all’11 marzo ed è stata vinta dallo spagnolo Marc Soler della Movistar, che ha superato all’ultima tappa Simon Yates della Mitchelton-Scott e i fratelli Izagirre della Bahrain-Merida. Per Soler è il primo trionfo nel World Tour. Qui di seguito tutto il racconto della corsa tappa per tappa e la classifica finale.

Tappa 8: vittoria di David De La Cruz

Domenica 11 marzo 2018 – Colpo di scena nell’ultima tappa della Parigi-Nizza 2018 con la vittoria finale che va a Marc Soler, mentre il trionfatore della tappa regina di ieri, Simon Yates della Mitchelton-Scott, si deve accontentare del secondo posto, per soli 4”. Soler si è aggiudicato anche la classifica giovani, mentre Tim Wellens della Lotto-Soudal ha vinto la classifica a punti e il suo compagno Thomas De Gendt è il re della montagna. La migliore squadra è stata la Bahrain-Merida.

La vittoria di giornata è andata a David De La Cruz del Team Sky che negli ultimi 40 km ha fatto parte di una fuga a tre con Omar Fraile dell’Astana, oggi subito protagonista fin dai primi chilometri, e Soler. De La Cruz ha battuto i suoi due connazionali spagnoli sul traguardo e, grazie agli abbuoni, Soler ha conquistato la classifica generale, mentre il resto del gruppo è arrivato con 38” di ritardo.

Questi i primi dieci classificati dell’ultima tappa a Nizza:
1) David De La Cruz (Spa) Team Sky 02h 53’ 06”
2) Omar Fraile (Spa) Astana Pro Team s.t.
3) Marc Soler (Spa) Movistar Team +3”
4) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +38”
5) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +38”
6) Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott +38”
7) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +38”
8) Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team +38”
9) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +38”
10) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +38”

E queste le prime posizioni della classifica generale finale:
1) Marc Soler (Spa) Movistar Team 30h 22’ 41”
2) Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott +4”
3) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +14”
4) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +16”
5) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +16”
6) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +32”
7) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +44”
8) Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale +1’ 54”
9) David De La Cruz (Spa) Team Sky +2’ 15”
10) Felix Grossschartner (Bora-Hansgrohe) +2’ 35”

Tappa 7: vittoria di Simon Yates

Sabato 10 marzo 2018 – Tappa e maglia per Simon Yates della Mitchelton-Scott nella frazione regina da Nizza a Valdeblore La Colmiane lunga 175 km e con arrivo su una salita di prima categoria. Il britannico ha attaccato due volte sull’ascesa finale, dopo il primo attacco ha collaborato per un po’ con Ion Izagirre della Bahrain-Merida poi con il secondo lo ha staccato e si è involato da solo verso la vittoria con 8” di vantaggio sullo spagnolo che nel frattempo è stato superato in rimonta anche da Dylan Teuns della BMC. Yates ora è leader della classifica generale con 11” davanti proprio a Ion Izagirre che ha superato suo fratello Gorka che è terzo a +12”.

Sulla salita finale sono esplosi invece sia Luis León Sanchez dell’Astana, che non solo lascia la maglia di leader, ma finisce fuori dalla top-ten, sia Julian Alaphilippe della Quick-Step Floors, che era secondo fino a stamattina e ora è nono a +1’ 48”.

La fuga di giornata è stata composta da otto uomini: Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), Rory Sutherland (UAE Team Emirates), Tony Gallopin (AGR-La Mondiale), Jesus Herrada (Cofidis), Jarlinson Pantano (Trek-Segafredo), Amael Moinard (Fortuneo-Samsic), Nicolas Roche e Alessandro De Marchi (BMC), quest’ultimo è stato poi protagonista di una brutta caduta in un dirupo, ma per fortuna non si è fatto nulla di grave. La fuga è stata annullata soprattutto grazie al lavoro di Astana, Bahrain-Merida e Mitchelton-Scott e la fase decisiva è stata negli ultimi chilometri, quando si è distinto Simon Yates che è poi riuscito con il suo doppio attacco a conquistare la tappa regina e la maglia di leader.

Questi i primi dieci al traguardo:
1) Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott 5h 02’ 54”
2) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +8”
3) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +8”
4) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +13”
5) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +13”
6) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +20”
7) Sergio Henao (Col) Team Sky +46”
8) Marc Soler (Spa) Movistar Team +46”
9) Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team +48”
10) Sam Oomen (Ned) Team Sunweb +54”

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo sette tappe:
1) Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott 27h 29’ 02”
2) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +11”
3) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +12”
4) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +13”
5) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +27”
6) Marc Soler (Spa) Movistar Team +37”
7) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +39”
8) Sergio Henao (Col) Team Sky +57”
9) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +1’ 48”
10) Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale +1’ 49”

Tappa 6: vittoria di Rudy Molard

Venerdì 9 marzo 2018Rudy Molard della FDJ ha vinto la sesta tappa della Parigi-Nizza grazie a un’azione decisiva nel finale della frazione da Sisteron a Vence lunga 198 km e rivelatasi molto movimentata fin dal via. Il francese è infatti scattato ai -1,3 km ed è riuscito a non farsi più riprendere da nessuno, tagliando il traguardo con 2” di vantaggio sul gruppetto dei migliori regolato da Tim Wellens della Lotto-Soudal. In classifica generale resta leader Luis León Sanchez dell’Astana, mentre Wout Poels del Team Sky oggi è caduto e si è dovuto ritirare.

La fuga di giornata è stata molto numerosa, composta da: Lars Bak, Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), Amael Moinard (Fortuneo-Samsic), Paul Martens (LottoNL-Jumbo), Cyril Lemoine, Bert Van Lerberghe (Cofidis), Thomas Scully (EF Education First), Fabien Grellier (Direct Energie), Nils Politt (Katusha-Alpecin), Carlos Barbero (Movistar), Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), Arnaud Démare (Groupama-FDJ) e, per un breve tratto, anche da Dylan Teuns (BMC).

Il gruppo, proprio perché troppi uomini erano riusciti a entrare nella fuga, non ha lasciato loro troppo spazio, concedendo un vantaggio massimo intorno ai tre minuti, poi li ha via via ripresi tutti, con Grellier, Moinard, Scully, Barbero e De Gendt che sono stati gli ultimi a cedere a 23 km dal traguardo. A questo punto sono entrati in scena i big con Simon Yates della Mitchelton-Scott particolarmente attivo e autore di più attacchi, anche Julian Alaphilippe della Quick-Step Floors e Ion Izagirre della Bahrain-Merida hanno provato ad attaccare negli ultimi chilometri, ma l’allungo decisivo è stato quello del sorprendete Molard.

Questi i primi dieci al traguardo della sesta tappa:
1) Rudy Molard (Fra) Groupama-FDJ 4h 40’ 05”
2) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +2”
3) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +2”
4) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team +2”
5) Sam Oomen (Ned) Team Sunweb +2”
6) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +2”
7) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +2”
8) Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott +2”
9) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +2”
10) Sergio Henao (Col) Team Sky +2”

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo sei tappe:
1) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team 22h 25’ 33”
2) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +22”
3) Marc Soler (Spa) Movistar Team +26”
4) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +34”
5) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +35”
6) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +42”
7) Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott +45”
8) Sergio Henao (Col) Team Sky +46”
9) Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott +48”
10) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +54”

Tappa 5: vittoria di Jérôme Cousin

Giovedì 8 marzo 2018Jérôme Cousin della Direct Energie ha vinto la quinta tappa della Parigi-Nizza da Salon-de-Provence a Sisteron, lunga 165 km. Il francese è stato tra i protagonisti della fuga di giornata ed è riuscito ad arrivare al traguardo con Nils Politt del Team Katusha-Alpecin, beffando il gruppo. La maglia di leader della classifica generale resta anche oggi a Luis León Sanchez dell’Astana.

La fuga di giornata è stata composta, oltre che da Politt e Cousin, anche da Nicolas Edet (Cofidis) e Julien El Fares (Delko Marseille Provence KTM). Il loro vantaggio massimo è stato di circa cinque minuti ed Edet si è distinto sui gpm. A poco più di 15 km dal termine, quando i fuggitivi avevano ancora un paio di minuti di vantaggio sul gruppo, Politt ha attaccato da solo, ma sull’ultima salita di terza categoria (la Côte de la Marquise) è stato raggiunto da Cousin. In discesa, con 10 km ancora da percorrere, i due avevano 58” di vantaggio sul gruppo.

A 1,6 km Politt ha provato a staccare Cousin che non è stato molto collaborativo con lui, ma è riuscito a restargli a ruota, intanto nel gruppo c’è stata una caduta. Sul rettilineo finale i due battistrada hanno rischiato di farsi riprendere, ma sono riusciti a resistere, Cousin ha lanciato la volata a due e Politt si è arreso praticamente subito e ha preferito salvaguardare il secondo posto, visto che aveva speso troppo e non poteva ormai più competere con Cousin che, invece, si era risparmiato negli ultimi chilometri.

Questi i primi dieci al traguardo della quinta tappa:
1) Jérôme Cousin (Fra) Direct Energie 3h 57’ 25”
2) Nils Politt (Ger) Katusha-Alpecin +2”
3) André Greipel (Ger) Lotto Soudal +4”
4) Magnus Cort (Den) Astana Pro Team +4”
5) Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates +4”
6) Christophe Laporte (Fra) Cofidis, Solutions Credits +4”
7) Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott +4”
8) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb +4”
9) Matti Breschel (Den) EF Education First-Drapac p/b Cannondale +4”
10) Koen de Kort (Ned) Trek-Segafredo +4”

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo cinque tappe:
1) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team 17h 45’ 26”
2) Wout Poels (Ned) Team Sky +24”
3) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +26”
4) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +34”
5) Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe +35”
6) Jon Izagirre Insausti (Spa) Bahrain-Merida +42”
7) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +42”
8) Marc Soler (Spa) Movistar Team +43”
9) Sergio Luis Henao (Col) Team Sky +48”
10) Patrick Konrad (Pol) Bora-Hansgrohe +54”

Tappa 4: Wout Poels vince la crono

Mercoledì 7 marzo 2018 – La cronometro individuale di 18,4 km da La Fouillouse a Saint-Étienne ha permesso a due uomini importanti come Wout Poels del Team Sky e Julian Alaphilippe della Quick-Step Floors di avvicinarsi a Luis León Sanchez dell’Astana che, tuttavia, resta leader della classifica generale e occhio anche al giovane Marc Soler della Movistar. La vittoria di tappa è andata all’olandese Poels, che ha percorso il tracciato in 25’ 33” e ha chiuso con 11” di vantaggio su Soler, 16” su Alaphilippe e 28” su Sanchez. Qui di seguito i primi classificati della crono e le prime posizioni della classifica generale.

Questi i primi classificati della crono individuale:
1) Wout Poels (Ned) Team Sky 25’ 33”
2) Marc Soler (Spa) Movistar Team +11”
3) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +16”
4) Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe +20”
5) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +27”
6) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +27”
7) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team +28”
8) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +29”
9) Sergio Henao (Col) Team Sky +33”
10) Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott +33”

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo quattro tappe:
1) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team 13h 47’ 57”
2) Wout Poels (Ned) Team Sky +15”
3) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +26”
4) Marc Soler (Spa) Movistar Team +26”
5) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +34”
6) Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe +35”
7) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +42”
8) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +42”
9) Sergio Henao (Col) Team Sky +48”
10) Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott +48”

Tappa 3: vittoria di Jonathan Hivert

Martedì 6 marzo 2018 – Il francese Jonathan Hivert della Direct Energie ha vinto la terza tappa della Parigi-Nizza che si è snodata da Bourges e Châtel Guyon lungo un percorso di 210 km. Hivert ha fatto parte con Luis León Sanchez dell’Astana e Remy Di Gregorio della Delko Marseille Provence KTM di un trio che si è lanciato in fuga a 19 km dal traguardo ed è arrivato negli ultimi 2 km con un gestibilissimo vantaggio di 50” sul gruppo degli inseguitori.

Il francese della Direct Energie si è poi aggiudicato lo sprint a tre con una certa facilità, ma Luis León Sanchez, che ha guadagnato la piazza d’onore, è diventato leader della corsa, strappando la maglia gialla ad Arnaud Démare della FDJ che, dopo essere andato in difficoltà sulla salita de la Côte de Charbonnières, è riuscito a rientrare nel gruppo principale e a regolarlo nel finale, piazzandosi così al quarto posto e restando leader della classifica a punti.

La prima fuga di giornata è stata animata da Fabien Grellier (Direct Énergie), Przemyslaw Kasperkiewicz (Delko Marseille Provence KTM) e Jay Robert Thomson (Team Dimension Data), che hanno avuto più di sette minuti e mezzo di vantaggio massimo, ma sono stati ripresi ai -36 km. In seguito è partito un attacco di Julian Alaphilippe della Quick-Step Floors, che ha trascinato con sé altri “big”, ma nel loro gruppetto sono entrati anche Hivert, Sanchez e Di Gregorio che sono poi partiti in avanscoperta ai -19 km e sono riusciti a beffare il gruppo.

Questi i primi dieci oggi al traguardo della terza tappa:
1) Jonathan Hivert (Fra) Direct Energie 5h 22’ 49”
2) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team s.t.
3) Remy Di Gregorio (Fra) Delko Marseille Provence KTM s.t.
4) Arnaud Demare (Fra) Groupama-FDJ +38”
5) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb +38”
6) André Greipel (Ger) Lotto Soudal +38”
7) Magnus Cort (Den) Astana Pro Team +38”
8) Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott +38”
9) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +38”
10) Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe +38”

E questi i primi dieci della classifica generale dopo tre tappe:
1) Luis León Sanchez (Spa) Astana Pro Team 13h 21’ 55”
2) Arnaud Demare (Fra) Groupama-FDJ +29”
3) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +36”
4) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +39”
5) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb +42”
6) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +42”
7) Roman Kreuziger (Cze) Mitchelton-Scott +42”
8) Heinrich Haussler (Aus) Bahrain-Merida +44”
9) Felix Grossschartner (Aut) Bora-Hansgrohe +44”
10) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +44”

Tappa 2: vittoria di Dylan Groenewegen

Lunedì 5 marzo 2018Dylan Groenewegen ha vinto la seconda tappa della Parigi-Nizza da Orsonville a Vierzon dominando la volata finale. L’olandese del Team LottoNL-Jumbo ha battuto allo sprint finale Elia Viviani della Quick-Step Floors e André Greipel della Lotto-Soudal. Groenewegen è partito a circa 150 metri dal traguardo, superando San Bennet della Bora-Hansgrohe che aveva lanciato la volata per primo, e non ha lasciato scampo a nessuno. Tuttavia in classifica generale al comando resta il vincitore di ieri Arnaud Démare che oggi ha anche guadagnato qualche altro secondo agli sprint intermedi.

C’è stato molto vento oggi che ha condizionato non poco la gara. Per circa 90 km ci sono stati solo vani tentativi di fuga, poi è riuscito a prendere il largo Thomas De Gendt (Lotto Soudal), in seguito raggiunto da Lars Boom (LottoNL-Jumbo), Manuele Boaro (Bahrain-Merida), Thiago Machado (Katusha-Alpecin), Anthony Delaplace (Fortuneo-Samsic) e Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale). Si può dire che questa sia stata la fuga di giornata, ma non ha avuto moltissimo spazio perché il gruppo ha sempre dato l’impressione di poterla riprendere e lo ha fatto dopo una ventina di chilometri. Tuttavia Boaro e Machado sono riusciti a ripartire in fuga e hanno resistito fino ai -8 km.

Quando il gruppo si è ricompattato è cominciata la solita lotta tra i treni dei velocisti e Groenewegen ha avuto la meglio senza troppe difficoltà.

Questi i primi dieci al traguardo, tutti con lo stesso tempo:
1) Dylan Groenewegen (Ned) LottoNL-Jumbo 4h 51’ 31”
2) Elia Viviani (Ita) Quick-Step Floors
3) André Greipel (Ger) Lotto Soudal
4) Phil Bauhaus (Ger) Team Sunweb
5) Arnaud Demare (Fra) FDJ
6) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb
7) Alexander Kristoff (Nor) UAE Team Emirates
8) Jean-Pierre Drucker (Lux) BMC Racing Team
9) John Degenkolb (Ger) Trek-Segafredo
10) Ivan Garcia (Spa) Bahrain-Merida

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo due tappe:
1) Arnaud Démare (Fra) FDJ 7h 58’ 57”
2) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +7”
3) Christophe Laporte (Fra) Cofidis, Solutions Crédits +8”
4) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +10”
5) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb +13”
6) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +13”
7) Tony Gallopin (Fra) AG2R La Mondiale +15”
8) Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott +15”
9) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +15”
10) Heinrich Haussler (Aus) Bahrain-Merida +15”

Tappa 1: vittoria di Arnaud Démare

Domenica 4 marzo 2018 – È il francese Arnaud Démare il primo leader della Parigi-Nizza grazie alla vittoria nella tappa di apertura da Chatou a Meudon. Il velocista della FDJ si è imposto al fotofinish davanti allo spagnolo Gorka Izagirre della Bahrain-Merida. La testa del gruppo ha raggiunto sullo strappetto finale Alexis Vuillermoz dell’AG2R La Mondiale che aveva provato ad anticipare la volata a un chilometro e mezzo dalla fine. In effetti la tappa non si è chiusa con la classica volata di gruppo tra velocisti, ma con un testa a testa praticamente tra quattro uomini e al terzo posto si è piazzato Christophe Laporte della Cofidis. I primi sei corridori hanno chiuso con lo stesso tempo del vincitore, mentre dalla settima posizione in poi c’è stato un buco di un paio di secondi.

La fuga di giornata è stata animata da Pierre Rolland (EF-Drapac), Pierre-Luc Perichon (Fortuneo-Samsic) e Jurgen Roelandts (BMC), che sono partiti fin dai primissimi chilometri e sono rimasti al comando fino ai -14 km, poi c’è stato il tentativo di Vuillermoz ai -1,5 km e infine l’arrivo in quattro sul traguardo, risolto al fotofinish.

Questi i primi dieci al traguardo della prima:
1) Arnaud Démare (Fra) FDJ 3h 07’ 39”
2) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida s.t.
3) Christophe Laporte (Fra) Cofidis, Solutions Crédits s.t.
4) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal s.t.
5) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb s.t.
6) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors s.t.
7) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +2”
8) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +2”
9) Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott +2”
10) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +2”

E queste le prime posizioni della classifica generale con gli abbuoni:
1) Arnaud Démare (Fra) FDJ 3h 07’ 29”
2) Gorka Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +4”
3) Christophe Laporte (Fra) Cofidis, Solutions Crédits +6”
4) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +10”
5) Mike Teunissen (Ned) Team Sunweb +10”
6) Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors +10”
7) Patrick Konrad (Aut) Bora-Hansgrohe +12”
8) Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team +12”
9) Matteo Trentin (Ita) Mitchelton-Scott +12”
10) Ion Izagirre (Spa) Bahrain-Merida +12”

La presentazione della Parigi-Nizza 2018

Da domenica 4 a domenica 11 marzo 2018 va in scena la Parigi-Nizza, come sempre negli ultimi anni praticamente in contemporanea con la Tirreno-Adriatico, che comincia il 7 e dunque costringe gli atleti a scegliere o la corsa francese o quella italiana. I big al via non mancano, ma bisogna dire che quest’anno è proprio la Tirreno-Adriatico ad attrarre i corridori di primo piano nelle corse a tappe.

La Parigi-Nizza quest’anno parte da Chatou per arrivare a Nizza attraverso un percorso piuttosto frastagliato. Le prime due tappe sono adatte ai velocisti così come la terza e la quinta, invece la terza potrebbe favorire una fuga, la quarta è la cronometro individuale da La Fouillouse a Saint-Étienne lunga 18,4 km, la sesta e la settima sono più adatte agli scalatori e l’ultima tappa è piuttosto particolare con i suoi sei gran premi della montagna e l’arrivo in discesa.

La Parigi-Nizza giunge alla sua 76esima edizione e quest’anno il numero 1 è sulle spalle del colombiano Sergio Luis Henao del Team Sky che ha trionfato l’anno scorso. La squadra britannica si è aggiudicata tutte le ultime tre edizioni, vincendo anche nel 2015 con Richie Porte e nel 2016 con Geraint Thomas, ma se consideriamo tutte le ultime sei edizioni i suoi trionfi sono cinque, perché ci sono anche quello di Bradley Wiggins del 2012 e un altro di Richie Porte nel 2013.

Parigi-Nizza 2018 in diretta tv e streaming

La Parigi-Nizza 2018 sarà trasmessa in diretta tv in 90 Paesi. In Italia la si può vedere ogni giorno in diretta su EuroSport poco dopo le ore 15 e in differita su RaiSport. Ma vediamo orari e canali giorno per giorno:

Domenica 4 marzo: diretta su Eurosport 2 ore 15:30, differita su RaiSport ore 22:45
Lunedì 5 marzo: diretta su Eurosport 1 ore 15:15, differita su RaiSport ore 18:55
Martedì 6 marzo: diretta su Eurosport 1 ore 15:15, differita su RaiSport ore 19:00
Mercoledì 7 marzo: diretta su Eurosport 1 ore 15:15, differita su RaiSport ore 18:55
Giovedì 8 marzo: diretta su Eurosport 1 ore 16:00, differita su RaiSport ore 19:00
Venerdì 9 marzo: diretta su Eurosport 1 ore 15:15, differita su RaiSport ore 18:55
Sabato 10 marzo: diretta su Eurosport 1 ore 13:30, differita su RaiSport ore 22:40
Domenica 11 marzo: diretta su Eurosport 2 ore 13:45, differita su RaiSport ore 22:50

Lo streaming si può vedere agli stessi orari su Eurosport Player e sul sito web di RaiSport.

Parigi-Nizza 2018: altimetria delle tappe

Qui di seguito il calendario delle otto tappe e poi l’altimetria di ognuna di esse.

Domenica 4 marzo, prima tappa: Chatou – Meudon 135 km
Lunedì 5 marzo, seconda tappa: Orsonville – Vierzon 187 km
Martedì 6 marzo, terza tappa: Bourges- Châtel-Guyon 210 km
Mercoledì 7 marzo, quarta tappa: cronometro individuale La Fouillouse – Saint-Étienne 18,4 km
Giovedì 8 marzo, quinta tappa: Salon-de-Provence – Sisteron 163,5 km
Venerdì 9 marzo, sesta tappa: Sisteron – Vence 188 km
Sabato 10 marzo, settima tappa: Nizza – Valdeblore La Colmiane 175 km
Domenica 11 marzo, ottava tappa: Nizza – Nizza 110 km

Prima tappa: Chatou – Meudon

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 1

Domenica 4 marzo si comincia con la prima tappa di 135 km da Chatou a Meudon con due sprint intermedi, uno al km 33 (Les Mesnuls) e l’altro a km 96, a Châteaufort. Ci sono tre gran premi della montagna, tutti di terza categoria, uno a km 79, l’altro al km 85,5 e l’ultimo al km 121.

Seconda tappa: Orsonville – Vierzon

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 2

Lunedì 5 marzo si va da Orsonville a Vierzon lungo un percorso di 187,5 km completamente piatto, senza gpm e con due sprint intermedi, uno al km 63,5 e l’altro al km 166,5.

Terza tappa: Bourges – Châtel-Guyon

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 3

Il terzo giorno, martedì 6 marzo, si va da Bourges a Châtel-Guyon lungo un percorso di 210 km con tre gpm, tutti di terza categoria, e i due sprint, uno al km 61 e l’altro al km 188. I gpm sono al km 123, al km 143,5 e l’ultimo poco prima dell’ultimo sprint.

Quarta tappa: La Fouillouse – Saint-Étienne (crono)

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 4

Mercoledì 7 marzo è il giorno della cronometro individuale da La Fouillouse a Saint-Étienne lunga 18,4 km con un solo rilevamento cronometrico intermedio a Saint-Héawd, al km 8.

Quinta tappa: Salon-de-Provence – Sisteron

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 5

La quinta tappa che si corre giovedì 8 marzo ha un percorso piuttosto frastagliato: si va da Salon-de-Provence a Sisteron. La lunghezza totale è di 165 km: al km 49 c’è il primo gpm di seconda categoria, poi al km 76,5 ce ne è uno di prima categoria, poco dopo il km 95 c’è il primo sprint intermedio, seguito poco dopo da un altro gpm di terza categoria, poi al km 152 l’ultimo gpm, di terza categoria infine al km 156 il secondo sprint intermedio.

Sesta tappa: Sisteron – Vence

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 6

La sesta tappa da Sisteron a Vence è lunga 198 km e presenta il primo sprint al km 36,5, il primo gpm, di seconda categoria, al km 101, poi la seconda salita, sempre di seconda categoria, al km 121, ci sono altri due gpm di seconda categoria al km 149 e 159,5, l’ultima salita, di prima categoria, è al km 189,5, mentre poco dopo, al km 192,5 c’è l’ultimo sprint intermedio.

Settima tappa: Nizza – Valdeblore La Colmiane

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 7

Sabato 10 marzo si va da Nizza a Valdeblore La Colmiane: la tappa è lunga in totale 175 km, i due sprint sono al km 18,5 e 166,5, mentre i cinque gpm sono al km 10, al km 103,5 e al km 134,5 di seconda categoria, al km 84,5 e poi all’arrivo di prima categoria.

Ottava tappa: Nizza – Nizza

Parigi-Nizza 2018 - Altimetria tappa 8

L’ultima tappa di domenica 11 marzo è lunga 110 km e presenta i due sprint al km 24 e 78,5 e sei gran premi della montagna: ce ne sono tre di seconda categoria al km 20,5, poi al km 36,5 e al km 51, mentre al km 67,5 e al km 83,5 ci sono due gpm di prima categoria, l’ultima salita è al km 101 ed è di seconda categoria.

Parigi-Nizza 2018: la startlist ufficiale

Team Sky
1 Henao Sergio Luis
2 De La Cruz David
3 Lopez David
4 Poels Wout
5 Rosa Diego
6 Stannard Ian
7 Van Baarle Dylan

UAE-Team Emirates
11 Martin Daniel
12 Bystrøm Sven Erik
13 Costa Rui
14 Kristoff Alexander
15 Sutherland Rory
16 Swift Ben
17 Troia Oliviero

Bahrain-Merida
21 Izagirre Gorka
22 Boaro Manuele
23 Garcia Cortina Ivan
24 Haussler Heinrich
25 Izagirre Ion
26 Nibali Antonio
27 Pibernik Luka

Quick-Step Floors
31 Alaphilippe Julian
32 Declercq Tim
33 Devenyns Dries
34 Lampaert Yves
35 Mørkøv Michael
36 Sabatini Fabio
37 Viviani Elia

Team Katusha – Alpecin
41 Zakarin Ilnur
42 Boswell Ian
43 Haller Marco
44 Kochetkov Pavel
45 Lammertink Maurits
46 Machado Tiago
47 Politt Nils

Mitchelton-Scott
51 Yates Simon
52 Chaves Johan Esteban
53 Edmondson Alexander
54 Hayman Mathew
55 Juul-Jensen Christopher
56 Kreuziger Roman
57 Trentin Matteo

AG2R La Mondiale
61 Gallopin Tony
62 Chérel Mickaël
63 Domont Axel
64 Gautier Cyril
65 Naesen Oliver
66 Vandenbergh Stijn
67 Vuillermoz Alexis

BMC Racing Team
71 Van Garderen Tejay
72 De Marchi Alessandro
73 Drucker Jean-Pierre
74 Gerrans Simon
75 Roche Nicolas
76 Roelandts Jurgen
77 Teuns Dylan

Trek – Segafredo
81 Mollema Bauke
82 Bernard Julien
83 De Kort Koen
84 Degenkolb John
85 Irizar Markel
86 Pantano Jarlinson
87 Rast Gregory

Astana Pro Team
91 Fuglsang Jakob
92 Fraile Omar
93 Gruzdev Dmitriy
94 Houle Hugo
95 Cort Nielsen Magnus
96 Sanchez Luis Leon
97 Valgren Michael

Lotto Soudal
101 Wellens Tim
102 Bak Lars Ytting
103 De Buyst Jasper
104 De Gendt Thomas
105 Greipel André
106 Sieberg Marcel
107 Wallays Jelle

FDJ
111 Démare Arnaud
112 Delage Mickaël
113 Guarnieri Jacopo
114 Konovalovas Ignatas
115 Le Gac Olivier
116 Molard Rudy
117 Sinkeldam Ramon

Movistar Team
121 Barbero Carlos
122 Carapaz Richard
123 Carretero Héctor
124 Erviti Imanol
125 Quintana Dayer
126 Sepúlveda Eduardo
127 Soler Marc

Fortuneo – Samsic
131 Barguil Warren
132 Bouet Maxime
133 Delaplace Anthony
134 Ledanois Kevin
135 Moinard Amaël
136 Perichon Pierre-Luc
137 Pichon Laurent

Team LottoNL-Jumbo
141 Gesink Robert
142 Boom Lars
143 Groenewegen Dylan
144 Jansen Amund Grondahl
145 Leezer Tom
146 Martens Paul
147 Roosen Timo

Team Sunweb
151 Oomen Sam
152 Bauhaus Phil
153 Curvers Roy
154 Hamilton Chris
155 Teunissen Mike
156 Theuns Edward
157 Vervaeke Louis

Cofidis, Solutions Crédits
161 Herrada Jesús
162 Bouhanni Nacer
163 Edet Nicolas
164 Herrada José
165 Laporte Christophe
166 Lemoine Cyril
167 Van Lerberghe Bert

Team EF Education First-Drapac
171 Rolland Pierre
172 Breschel Matti
173 Craddock Lawson
174 Docker Mitchell
175 Langeveld Sebastian
176 Mclay Daniel
177 Scully Thomas

Dimension Data
181 Slagter Tom-Jelte
182 Berhane Natnael
183 Gibbons Ryan
184 King Benjamin
185 Pauwels Serge
186 Thomson Jay Robert
187 Van Zyl Johann

Bora – Hansgrohe
191 Bennett Sam
192 Baška Erik
193 Grossschartner Felix
194 Konrad Patrick
195 Poljanski Pawel
196 Sagan Juraj
197 Schwarzmann Michael

Direct Energie
201 Calmejane Lilian
202 Boudat Thomas
203 Chavanel Sylvain
204 Cousin Jérôme
205 Grellier Fabien
206 Hivert Jonathan
207 Tulik Angelo

Delko Marseille Provence KTM
211 Combaud Romain
212 Di Grégorio Rémy
213 El Fares Julien
214 Fernandez Delio
215 Kasperkiewicz Przemys
216 Jones Brenton
217 Siskevicius Evaldas

  • 437 Posts
  • 3Commenti
Giornalista professionista appassionata di sport fin da bambina. Scrivo per diverse testate nel web e sono fondatrice di Milady Magazine e Sport Folks. Ciclismo, volley e animali sono le mie più grandi passioni.
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *