Gattuso compie 40 anni, gli auguri degli ex compagni del Milan e la sua risposta

Gattuso 40 anni - Auguri degli ex milanisti Video

Martedì 9 gennaio 2018 – Tanti dei calciatori che hanno reso il Milan una delle squadre più forti del mondo negli anni 2000, ossia nel periodo in cui Gennaro Gattuso ha giocato con la maglia rossonera, oggi hanno fatto gli auguri all’attuale allenatore milanista, che compie 40 anni.

Nei suoi anni da centrocampista del Diavolo, dal 1999 al 2012, Gattuso, soprannominato “Ringhio”, ha vinto due Champions League, due campionati italiani, due Supercoppe Uefa e una Coppa del Mondo per Club, due Supercoppe Italiane. Con la nazionale ha vinto i Mondiali del 2006 in Germania.

Ha avuto compagni di squadra fortissimi, alcuni leggendari, e proprio loro gli hanno fatto gli auguri nel video che vedete qui sotto.

Il suo ex capitano Paolo Maldini ha detto:

“Grande Ivan Gennaro Gattuso, tanti auguri per i tuoi 40 anni. Ti auguro altri 40 anni anni sulla panchina del Milan, stare calmo aiuta”

Marcos Cafu, che ha quasi 47 anni ma sembra sempre lo stesso, scherza:

“40 anni? Sembrano 50! Auguri direttamente dal Brasile”

Più affettuoso un altro brasiliano, Ricardo Kakà:

“Ciao Rino, non so se chiamarti Mister… Ti faccio i miei auguri, buon compleanno, che Dio ti benedica sempre. Sappi che qui c’è qualcuno che ti vuole bene e fa sempre il tifo per te”

Tra gli amici più stretti c’è senza dubbio Christian Brocchi, che lo ha preceduto sulle panchine del Milan, sia quella della Primavera, sia quella della prima squadra:

“Ma ti ricordi quando ti rubavamo il telefono e mandavamo messaggi assurdi a tutti, poi dopo ti arrivavano le risposte e ci ammazzavi di botte? Che bei tempi! Grande Rino. Voglio farti tanti auguri di buon compleanno, voglio ricordarti che ti voglio bene e mi raccomando, non mollare perché adesso hai un compito difficile, ma sono sicuro che ce la farai”

Nel video c’è anche un insolitamente abbronzato Andriy Shevchenko, che ricorda:

“Siamo arrivati al Milan insieme, abbiamo condiviso tante belle vittorie, ma anche momenti difficili. Auguro ai tuoi giocatori di mettere in campo la stessa grinta che avevi tu e di vincere con il Milan tante belle cose. Però, amico mio, smetti di urlare in campo, altrimenti non riesco a sentire la telecronaca”

Lo scherzo geniale di Kaladze

Molto affettuoso anche Kakha Kaladze, che, appesi gli scarpini al chiodo, ha avviato una brillante carriera politica e, dopo essere stato Ministro dell’Energia e delle Risorse Naturali e secondo vicepremier del governo di Bidzina Ivanishvili, attualmente è sindaco di Tbilisi, la capitale della Georgia:

“Mi ricordo come aspettavamo con ansia il 9 gennaio per festeggiare il tuo compleanno. Adesso siamo lontani, ma tu sei sempre nel mio cuore. Ti voglio bene”

Ma qui c’è un retroscena che tempo fa ha raccontato Carlo Ancelotti: una volta per circa tre giorni consecutivi, Kaladze ha scandito il conto alla rovescia per il compleanno di Gattuso: “Mister, mancano tre giorni al compleanno di Rino”, “Mister, ne mancano due”, “Ragazzi, manca un giorno e 14 ore”. Poi, quando è arrivato il 9 gennaio, Ancelotti ha chiesto a Kaladze: “Kakha ma non devi dire niente oggi” e lui tutto tranquillo “No, nulla”. Per tutto il giorno non ha citato il compleanno di Gattuso. Il giorno seguente, 10 gennaio, Kaladze si è presentato tristissimo all’allenamento, Ancelotti gli ha chiesto se avesse qualche problema e lui gli ha risposto: “Mister, mancano 364 giorni al compleanno di Gattuso”. Tutti hanno capito che Kaladze è un genio…

Ambrosini, Pirlo e la scaramanzia…

Molto spiritoso anche Massimo Ambrosini, accompagnato negli studi di Sky da un ospite speciale:

“Io 40 li ho già fatti, ma come vedi mi mantengo molto meglio di te. Qui c’è un amico che forse conosci…”

Ed ecco che appare Andrea Pirlo:

“Ciao Genny, volevo farti gli auguri di buon compleanno. 40 anni, ma son due mesi che sei al Milan e sembra che ne hai 50. Io sono un giovanotto in pensione, anche se ho un anno in meno di te”

Ambrosini continua a scherzare con Pirlo:

“Adesso hai trovato un nuovo lavoro qui a Sky. Tra poco ci raggiunge anche Rino quando smette di…”

E Pirlo raccoglie l’assist dell’ex compagno in campo e attuale collega a Sky:

“Quindi tra qualche mese…”

I due insistono sul punto debole di Gattuso, la scaramanzia:

“Rino se non ci inviti alla tua festa di compleanno…”

dice Ambrosini

“Veniamo a casa tua e ti sfondiamo la pescheria…”

aggiunge Pirlo, poi Ambrosini chiosa

“Ma soprattutto sbaglierai tutti i cambi che farai in campo”

Ovviamente anche la società ha fatto gli auguri al proprio allenatore con un lungo comunicato in cui lo celebra come “esempio di umiltà, determinazione e ambizione, sia in campo che fuori. Un leader, un vincente, un tecnico in grado di dare una sterzata alla stagione rossonera”

La risposta di mister Gattuso

Mercoledì 10 gennaio 2018 – Il giorno dopo il suo compleanno, Rino Gattuso ha voluto rispondere ai tifosi, alla società e, uno a uno, ai suoi ex compagni di squadra che hanno registrato ieri il video per lui. Il Milan lo ha pubblicato sui suoi account social.

Nella video-lettera Gattuso dà ragione a Cafu che gli ha detto che dimostra 50 anni e anche a Paolo Maldini, che gli ha raccomandato di stare più calmo, a Sheva, invece, ha detto che non riesce a non urlare, mentre a Kaladze ha ricordato quando il georgiano ha fatto per un anno il conto alla rovescia fino al suo compleanno. E ad Ambrosini e Pirlo ha risposto “La festa ve la faccio io quando vi vedo in pescheria”.

Foto e video © AC Milan

  • 534 Posts
  • 6Commenti
Giornalista professionista appassionata di sport fin da bambina. Scrivo per diverse testate nel web e sono fondatrice di Milady Magazine e Sport Folks. Ciclismo, volley e animali sono le mie più grandi passioni. Ho scritto il libro "Le ragazze che fecero l'impresa - La generazione d'oro del tennis italiano" per Ultra Sport.
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *