Finale di Coppa America: Brasile vittorioso tra le polemiche

Finale Coppa America

Di sicuro la finale di Coppa America è iniziata tra fuoco e fiamme: Leo Messi ha infatti rilasciato, dopo la sconfitta subita dalla sua Argentina nel Super Clasico contro il Brasile, alcune dichiarazioni destinate a sollevare polveroni ancora per molto tempo. Il campione argentino, infatti, furioso dopo un arbitraggio secondo lui a senso unico, ha dichiarato che l’arbitro non era all’altezza di arbitrare un simile incontro e che fosse in qualche modo manipolato. Non solo: ha anche dichiarato che il Brasile, gestendo questa edizione della Coppa America, gestisce tutto, quindi anche i reclami. Spesso si dice, nei bar, che il Paese che ospita una manifestazione sportiva molto importante parta avvantaggiato dal primo minuto della prima gara, ma di certo è la prima volta che questa versione esce dai bar e dai salotti per approdare sulla stampa internazionale. Valeva la pena provare a scommettere proprio su questa partita, una delle più tese e lottate di tutta la competizione: le quote erano molto promettenti su siti come Winbrokes.

La finale Brasile-Perù

Oltre i veleni, ecco che la super finale ha visto torreggiare il Brasile sul Perù, che si era guadagnato l’accesso a questa partita battendo il Cile per 3 a 0 il 4 luglio. Si potrebbe dire che il risultato fosse in qualche modo già scritto (non solo nel modo in cui lo intese Messi) perché le forze in campo parevano abbastanza sbilanciate, ma sul terreno di gioco di sicuro abbiamo assistito a una vera battaglia:a regalare la vittoria agli uomini di Tite sono stati dei veri e propri lampi di Everton prima e Gabriel Jesus poi, terminando poi con un rigore realizzato da Richarlison, anche se il Perù ha tenuto botta fino alla fine, complice anche l’inferiorità numerica rimediata dai verdeoro durante l’ultima mezz’ora di gioco. Il Perù ha potuto accorciare le distanze, impedendo al portiere della Seleçao Allison di terminare il torneo a reti inviolate, ma nulla ha potuto contro lo strapotere del Brasile in casa, una squadra che si è confermata molto compatta e capace di lampi che segnano le partite.

Brasile spietato fin dai gironi

Ricordiamo che non era la prima volta che in questa competizione le due nazionali si affrontavano: le due squadre, infatti, già si erano incontrate nella fase a gironi, che aveva visto il Brasile dilagare per 5 a 0 non lasciando grandi margini di dubbio su chi potesse spuntarla durante la finale. Però, si sa, la palla è rotonda e ogni partita è a sé, per cui sarebbe stata una mossa nemmeno troppo azzardata fare una piccola giocata sul Perù vincente, dato che le quote erano davvero golose, ad esempio su 888 casinò.

Ora possiamo prenderci una pausa dalle emozioni di questo incredibile sport, ma non per molto: tra un mese e mezzo ricominceranno i maggiori campionati nazionali e vi sarà molto di cui parlare e molto su cui scommettere. Senza dubbio l’estate di calciomercato sta regalando già molto di cui parlare, dopo la girandola delle panchine, e ora la fase degli acquisti e delle cessioni sta entrando nel vivo!

Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *