La famiglia Cragnotti fonda una nuova scuola calcio

scuola calcio cragnotti

È nata ufficialmente da qualche giorno la Cragnotti Football Club, la scuola calcio che sarà guidata da Massimo Cragnotti, ex direttore generale della Lazio nonché figlio dell’ex patron del club biancoceleste. Insomma, la famiglia Cragnotti si rimette in gioco nel mondo del calcio e lo farà tramite la presenza di tanti volti legati proprio al recente passato della Lazio. Il direttore tecnico della scuola calcio sarà Volfango Patarca, grande scopritore di talenti al quale devono la loro rosea carriera, secondo la stampa nazionale, calciatori del livello di Nesta, Di Vaio e Di Canio.

Tra i collaboratori ci sarà anche Paolo Negro, ex difensore e capitano della Lazio. Il progetto iniziale prevede la partecipazione ai campionati Allievi (anni 2001 e 2002), Giovanissimi Provinciali (2003-2004) e la scuola calcio per bambini nati dal 2005 al 20012. La Cragnotti FC utilizzerà i campi del CS Flaminia in via dei Due Ponti e le iscrizioni saranno aperte dal 24 agosto. L’inizio delle attività è previsto per il prossimo 4 settembre. “Avevo voglia di rimettermi in gioco, utilizzando l’esperienza di mio padre e creando qualcosa per i bambini che vogliono divertirsi con il calcio, e non solo”, sono state le parole di presentazione del nuovo progetto da parte di Massimo Cragnotti. Alla scuola calcio, inoltre, sarà legata una società di intermediazione sportiva, che dovrebbe garantire in sostanzia il “piazzamento” dei talenti più meritevoli, tramite la collaborazione con manager di livello internazionale.

massimo cragnotti

La notizia della nascita della Cragnotti FC è stata presa con entusiasmo da alcuni, mentre altri hanno storto il naso, per via del passato della famiglia. Il nome è legato indissolubilmente alla proprietà della Lazio e alle vicende che ne conseguirono. Sergio Cragnotti, già proprietario del colosso alimentare Cirio, rilevò il club capitolino nel 1992 e ne detenne la proprietà fino al 2003. Durante il suo “regno”, la Lazio vinse uno scudetto nel 2000, due Coppe Italia nel 1998 e nel 2000, due Supercoppe Italiane nelle stesse annualità, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Europea nel 1999. L’anno successivo, quello dello scudetto, inizierà la parabola discendente con la crisi vera e propria che si scatenerà nel 2002 con il default dei bond Cirio. La Lazio finisce nelle mani delle banche e nel febbraio del 2004 Sergio Cragnotti viene incarcerato e vi rimarrà fino all’agosto dello stesso anno. Nel processo per il crac Cirio, in primo grado Sergio Cragnotti fu condannato a 9 anni di reclusione, diventati 8 e 8 mesi in Appello. Per il figlio Massimo, dopo la condanna a 3 anni in primo grado, è arrivata la prescrizione in Appello.

SalvaSalva

  • 87 Posts
  • 0Commenti
Giornalista e istruttore tecnico di scuola calcio, scrivo e studio sport praticamente 24 ore al giorno guidato da un irrefrenabile ottimismo nei confronti delle nuove generazioni.
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *