Ciclismo: 10 biciclette per 10 campioni

Ciclismo 10 biciclette sportive per 10 campioni 2018

Ecco i modelli sui quali pedaleranno dieci dei corridori più rappresentativi del World Tour

Dieci biciclette per dieci campioni, dieci specialissime che fanno sognare i tifosi e fanno vincere i ciclisti più forti del gruppo. Su Sport Folks le biciclette di 10 corridori che affrontano il 2018 con l’ambizione di arricchire il proprio palmarès salendo sui podi più prestigiosi del World Tour. 

Vincenzo Nibali – Bahrain Merida: Merida Reacto

Vincenzo Nibali è pronto per affrontare una stagione caratterizzata da tre grandi obiettivi: la Liegi-Bastogne-Liegi, il Tour de France e il Campionato Mondiale di Innsbruck. La bici sulla quale pedaleranno lo “Squalo dello Stretto” e i suoi compagni è la Merida Reacto.

La bici di Vincenzo Nibali - Merida Reacto 2018

Fabio Aru – UAE Team Emirates: Colnago

Giro, Vuelta e Mondiale i tre obiettivi di Fabio Aru per il 2018. Il campione d’Italia e i compagni della UAE Team Emirates pedaleranno sulla Colnago V2-R.

 La bici di Fabio Aru - Colnago V2-R 2018

Peter Sagan – Bora Hansgrohe: Specialized

Il tre volte campione del mondo Peter Sagan ha aperto il 2018 vincendo la Adelaide People’s Choice Classic e pedalando sulla Specialized Tarmac SL6.

La bici di Peter Sagan Specialized Tarmac SL6 2018
Peter Sagan – Foto Bora Hansgrohe © Bettiniphoto

Alejandro Valverde – Movistar: Canyon

Dopo l’infortunio della scorsa estate, Alejandro Valverde torna per dare battaglia da febbraio a ottobre. Il partner tecnico dell’asso spagnolo è la Canyon che metterà a disposizione dei ciclisti della Movistar il modello Aerod CF SLX.

 La bici di Alejandro Valverde Canyo Aerod CF SLX 2018

Michal Kwiatkowski – Team Sky: Pinarello

Il campione del mondo di Ponferrada Michal Kwiatkowski darà l’assalto alle classiche pedalando sulla Pinarello Dogma F10, una vera fuoriserie per ciclisti.

 La bici 2018 di Michal Kwiatkowski - Pinarello Dogma F10

Romain Bardet – AG2R: Factor

La Factor O2 è la bicicletta con la quale il francese Romain Bardet e i compagni della AG2R daranno l’assalto al Tour de France. Nell’Hexagon la maglia gialla finale manca ormai da 33 anni, un digiuno lunghissimo.

 La bici di Romain Bardet 2018 - Factor O2

Philippe Gilbert – Quickstep Floors : Specialized

Come la Bora Hansgrohe, anche la Quickstep Floors di Gilbert, Alaphilippe, Gaviria e Viviani ha scelto la Specialized Tarmac SL6.

 La bici 2018 di Philippe Gilbert - Specialized Tarmac SL6

Mark Cavendish – Dimension Data: Cervelo

La R5 è il modello di punta della Cervelo per il team Dimension Data capitanato dall’inglese Mark Cavendish.

La bici 2018 di Mark Cavendish - R5 Cervélo

Rigoberto Uran – EF Education First Drapac: Cannondale

I ciclisti della EF Education First Drapac capitanata da Rigoberto Uran disputeranno la stagione 2018 utilizzando la Cannondale SuperSix Evo.

La bici 2018 di Rigoberto Uran - Cannondale SuperSix Evo

Thibaut Pinot – FDJ: Lapierre

Riuscirà Thibaut Pinot a centrare finalmente una grande corsa? La bicicletta con la quale il leader della FDJ darà l’assalto a classiche e corse a tappe è la Lapierre Aircode.

La bici 2018 di Thibaut Pinot - Lapierre Aircode

UCI World Tour: le bici delle altre squadre

Lotto Soudal : Ridley

Astana: Argon18

Orica Scott : Scott

Team Katusha Alpecin: Canyon

Team Lotto NL Jumbo: Bianchi

Team Sunweb: Giant

Trek Segafredo: Trek

Lotto Soudal: Ridley

 

N.B. In alcuni casi le biciclette nelle fotografie possono differire da quelle utilizzate dai team professionistici sia per quanto riguarda la componentistica, sia per quanto riguarda la colorazione. Laddove non siano presenti le foto delle bici del team ci siamo avvalsi degli analoghi modelli delle bici in vendita al pubblico che possono essere allestiti con gruppi e ruote differenti.  

Foto dei marchi di bici e della Bora Hansgrohe-©Bettiniphoto

  • 90 Posts
  • 1Commenti
Giornalista e ciclista, è riuscito a far convivere le sue due passioni scrivendo di bici per numerose testate, fra cui "Ciclismo" e "L'Unità". Colleziona colli alpini ed è sempre a caccia di nuovi itinerari fra Italia, Francia e Portogallo. Ha pubblicato diversi libri fra cui "Storia del ciclismo" e "Grimpeur".
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *