Guida al Campionato del Mondo di Hockey sul Ghiaccio 2019

Campionato del Mondo di Hockey sul Ghiaccio 2019

Il prossimo 10 maggio avrà inizio l’83a edizione del Campionato del Mondo di hockey sul ghiaccio, la kermesse più importante tra le competizioni nazionali di questo sport, nonché uno degli eventi tra gli sport invernali più seguiti al pari del torneo disputato nel corso delle Olimpiadi Invernali.

Questa edizione si svolgerà in Slovacchia tra la capitale Bratislava, dove il 26 maggio si terrà la finalissima, e la città di Kosice. Nella capitale slovacca è già tutto pronto per ospitare la competizione e i numerosi fan provenienti da ogni parte d’Europa e del Mondo, come si può evincere dal sito ufficiale della competizione. Ricordiamo che la nazionale svedese è campione in carica e che quest’anno ci sarà anche l’Italia tra le squadre top della competizione.

Come funziona la divisione in gironi?

Al Campionato Mondiale partecipano ben 40 nazionali che sono divise in 3 fasce determinate dalle rispettive prestazioni sul campo nella rassegna iridata e nelle Olimpiadi Invernali. In pratica le vere contendenti al titolo sono 16, quelle che a tutti gli effetti sono le squadre più forti del mondo. Vengono divise in due gironi da 8 all’italiana dove ogni squadra affronta tutte le altre in un solo match. Le prime 4 accendono ai play-off, fase a eliminazione diretta, l’ultima di ogni girone retrocede nella fascia di merito sottostante. Le prime 16 squadre partecipano a quello che si chiama Gruppo A, i due gironi saranno così composti:

A: Canada, Stati Uniti, Slovacchia, Danimarca, Finlandia, Germania, Francia, Gran Bretagna.
B: Svezia, Norvegia, Russia, Lettonia, Repubblica Ceca, Austria, Svizzera, Italia.

Le ultime classificate di questi due gironi finiranno in Prima Divisione – Gruppo A dove si uniranno alle 12 partecipanti in questa fascia. Anche qui stesso discorso: le prime due vengono promosse, le ultime retrocedono nella Prima Divisione – Gruppo B che è la fascia più bassa ed è organizzata alla stessa maniera.

Chi sono i favoriti?

Le formazioni più quotate per il titolo, secondo le quote dei bookmakers, sono il Canada e la Svezia che si troverà a difendere il titolo. Nelle prime posizioni non può mancare la nazionale russa che l’hanno scorso è uscita dalla competizione senza medaglia al collo. Una buona prestazione potrebbe arrivare dai padroni di casa della Slovacchia che hanno quanto meno buone possibilità di qualificarsi ai playoff essendo, nel loro girone, inferiori solo a Usa e Canada, almeno sulla carta.

Che ruolo ha l’Italia?

Nonostante la passione forte che il nostro Paese ha per questo sport la nostra nazionale non è ancora a livello di quelle più blasonate e abituate a giocare a questi livelli. Ciò nonostante l’Italia ha l’arduo compito di difendere questa sua posizione all’interno delle 16 compagini più forti del mondo, conquistata con la promozione dello scorso anno.

L’obiettivo quindi è non retrocedere, come avvenuto praticamente sempre, l’Italia batterebbe il suo record semplicemente non arrivando ultima, già sarebbe un grande risultato. Ma è possibile? Nel girone ci sono squadre assolutamente fuori dalla portata quali Svezia, Russia e Repubblica Ceca, qualche dubbio in più sulla Svizzera e Lettonia, ma la sfida sembra essere soprattutto con Austria e Norvegia.

I convocati azzurri

Ecco la rosa convocata per la rassegna iridata e già in ritiro per cominciare una serie di gare amichevoli che avvicineranno gradualmente all’impegno slovacco.

Portieri
Gianluca Vallini (27/10/1993/Wipptal Broncos – Alps Hockey League) (Ev Bozen 84)
Alex Caffi (12/08/1990/VEU Feldkirch – Alps Hockey League)
Difensori
Daniel Glira (25/03/1994/HC Bolzano – Ebel) (HC Pustertal Junior)
Roland Hofer (24/06/1990/Wipptal Broncos – Alps Hockey League) (AHC Freienfled)
Stefano Marchetti (11/10/1986/HC Bolzano -Ebel)
Enrico Miglioranzi (08/10/1991/Asiago Hockey 1935 – Alps Hockey League)
Ivan Tauferer (26/01/1995/Rittner Buam – Alps Hockey League)
Luca Zanatta (15/05/1991/EHC Olten – LNB – Svizzera) (SG Cortina)
Alex Trivellato (05/01/1993/Krefeld Pinguine – DEL – Germania)
Jan Pavlu (16/09/1994/Heilbronner Falken – Del 2- Germania)
Attaccanti
Ivan De Luca (28/07/1997/HC Bolzano – Ebel) (Wipptal Broncos)
Alex Frei (06/05/1993/Rittner Buam – Alps Hockey League) (SV Kalterer)
Luca Frigo (30/05/1993/HC Bolzano /Ebel)
Marco Insam (05/06/1989/HC Bolzano – Ebel)
Anthony Robert Bardaro (08/09/1992/Asiago Hockey 1935 – Alps Hockey League)
Diego Kostner (05/08/1992/ HC Ambrì Piotta – LNA – Svizzera) (HC Gherdeina Junior)
Simon Kostner (30/11/1990/Rittner Buam – Alps Hockey League)
Alex Lambacher (07/10/1996/ Heilbronner Falken – Del 2- Germania) (HC Gherdeina Junior)
Angelo Miceli (01/03/1994/HC Bolzano – Ebel)
Alexander Franc Petan (02/05/1992/HC Bolzano – Ebel)
Joachim Ramoser (22/02/1995/ERC Inglostadt – Del – Germania) (Rittner Buam)
Marco Rosa Gonzales (15/01/1982/Asiago Hockey 1935 – Alps Hockey League)
Tommaso Goi (08/01/1990/HC Ambrì Piotta – LNA – Svizzera)
Giovanni Morini (02/02/1995/HC Lugano – LNA – Svizzera)

Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *