Bici da strada donna: Trek cala il tris vincente

Bici da donna Trek 2019 - Madone, Émonda e Domane

Madone, Émonda e Domane sono i tre modelli dell’azienda statunitense in dotazione al team professionistico femminile Trek-Segafredo. Scopriamole insieme.

Anche se in misura inferiore rispetto ai paesi del Nord Europa, sono sempre di più le donne italiane che praticano il ciclismo su strada, scegliendo la bicicletta non solo per tenersi in forma, ma per le emozioni e le soddisfazioni che sa regalare. Sempre più appassionate cicliste richiedono biciclette che si adattino alle loro necessità, anche in fatto di estetica.

Madone, per sfidare il vento con la massima aerodinamicità, Émonda, l’ultraleggera per conquistare qualunque salita, e Domane, il comfort per le lunghe giornate in sella, sono i tre modelli di bici da strada ideati da Trek per supportare al meglio la passione per i pedali delle donne: veri e propri “gioielli” di tecnologia, le bici da donna Trek si caratterizzano anche per i look dei telai che si arricchiscono delle grafiche che riprendono il visual e i colori del team professionistico Trek-Segafredo.

Il ciclismo femminile è oggi una realtà affermata, forte di un esercito di appassionate in costante crescita che può fare affidamento su un movimento professionistico anch’esso in ascesa. Trek ha capito le potenzialità di questa domanda e, anche grazie al team professionistico Trek-Segafredo, ha sviluppato una gamma di prodotti, appositamente dedicati alle cicliste, dal forte contenuto tecnologico e attenti anche a quel tocco estetico richiesto dal pubblico femminile.

Vediamo nel dettaglio i tre modelli disponibili nei punti vendita italiani.

Anna Plitcha, professionista del team Trek Segafredo

Trek Madone da donna: l’aerodinamica prima di tutto

Una bicicletta progettata per l’aerodinamica, un concentrato di esperienza e tecnologia per tagliare l’aria. La Trek Madone da donna dispone di un telaio in carbonio OCLV che garantisce alla bicicletta una struttura resistente, leggera e reattiva in modo tale da offrire la miglior performance aerodinamica. Per incrementare ulteriormente la gestione dei flussi di aria, inoltre, nella parte anteriore della Madone, i progettisti Trek hanno scelto di combinare manubrio e attacco in modo separato così da ottenere la migliore regolazione ergonomica per il ciclista. Inoltre, per assecondare le necessità delle cicliste, il manubrio risulta più stretto mentre l’attacco, a differenza della versione maschile, è più corto.

Prestazioni all’avanguardia sono garantite, infine, dal sistema regolabile Isospeed, la tecnologia Trek che prevede l’utilizzo di un disaccoppiatore per assorbire le asperità della strada senza compromettere l’efficacia della pedalata.

La bicicletta Trek Madone da donna è disponibile in un’ampia gamma di personalizzazioni a un prezzo consigliato al pubblico a partire da 5.999 Euro.

Trek Madone donna
Trek Madone

Trek Émonda da donna: per sfidare ogni salita

Costruita per essere la più leggera e la più veloce della sua categoria, la bici da strada Émonda SLR 7 Disc da donna mette a disposizione degli appassionati il meglio della tecnologia Trek per affrontare qualunque tipo di salita.

La leggerezza della Trek Émonda SLR 7 Disc è assicurata dal telaio in carbonio OCLV ultraleggero per un peso complessivo di poco più di 7 chilogrammi: un “peso piuma” dalle elevate performance in salita, a cui si abbina una rigidità complessiva della bici che consente al ciclista una guida tecnica e precisa. Il comfort è nei dettagli, come il manubrio dotato di nuovi paramani dei freni a disco, studiati per essere ergonomici e confortevoli anche per i più esigenti. Inoltre, i freni a disco idraulici, per il miglior controllo in tutte le condizioni atmosferiche, le ruote in carbonio Bontrager e il cambio di precisione garantito dalla trasmissione elettronica Shimano Ultegra Di2 assicurano alla Émonda SLR 7 Disc da donna alte performance quando il percorso prevede salite e discese impervie.

Il frutto di questo concentrato tecnologico è una pedalata agile e ben bilanciata tanto in salita quanto in discesa: una soluzione ideale per le cicliste che amano affrontare le difficili ascese.

La Trek Émonda SLR 7 Disc è disponibile a un prezzo consigliato al pubblico a partire da 5.999,00 Euro ed è supportata dalla garanzia a vita Trek.

Trek Émonda SLR 7 Disc da donna
Trek Émonda SLR 7 Disc

Domane da donna: comfort per lunghe giornate in sella

La Trek Domane SLR 6 Disc da donna è una bici da corsa ad alte prestazioni, veloce e confortevole. Ed è proprio il comfort la qualità migliore di questa Trek: un comfort garantito dalla fluidità di un leggero telaio in carbonio OCLV, che a sua volta si caratterizza per un look pulito progettato con punti di contatto ideati specificamente per il pubblico femminile, un passaggio cavi interno e una stabile geometria Endurance per sorreggere la pedalata nelle uscite più lunghe.

Insieme al telaio, a garanzia della massima comodità in sella, il montaggio dell’Isospeed, sia nella parte anteriore che in quella posteriore della bicicletta, la tecnologia Trek che prevede l’utilizzo di un disaccoppiatore per assorbire le asperità della strada senza compromettere l’efficacia della pedalata.

Inoltre, grazie ai freni a disco idraulici che garantiscono una migliore modulazione e una maggiore potenza di arresto, consentendo di avventurarsi su superfici più impegnative con la massima padronanza, alle ruote Tubeless Ready Bontrager Paradigm Disc e al gruppo completo Shimano Ultegra 2×11 la Trek Domane SLR 6 offre alle donne un migliore assetto in sella e una migliore sensazione di guida.

La Trek Domane SLR 6 Disc da donna è disponibile a un prezzo consigliato al pubblico a partire da 5.599,00 euro.

Trek Domane SLR 6 Disc da donna
Trek Domane SLR 6 Disc

Foto © Trek

  • 154 Posts
  • 1Commenti
Giornalista e ciclista, è riuscito a far convivere le sue due passioni scrivendo di bici per numerose testate, fra cui "Ciclismo" e "L'Unità". Colleziona colli alpini ed è sempre a caccia di nuovi itinerari fra Italia, Francia e Portogallo. Ha pubblicato diversi libri fra cui "Storia del ciclismo" e "Grimpeur".
Ancora nessun commento! Sarai il primo a commentare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *